Potatura rosmarino

Il rosmarino è un alimento base del giardino delle erbe. Questa pianta affidabile cresce incredibilmente bene in una vasta gamma di condizioni e può resistere a un po’ di abbandono, a differenza di altre erbe più esigenti.

Inoltre, hanno molti usi in cucina, dalla guarnizione di una vasta gamma di piatti all’aroma leggero del tuo gin tonic pomeridiano.

Sebbene siano piante incredibilmente spensierate, il rosmarino trarrà beneficio dalla potatura occasionale.

Ci sono molti motivi per potare il rosmarino, dalla semplice raccolta a un ampio taglio alla fine della stagione, ognuno dei quali richiede tecniche leggermente diverse.

Segui questi passaggi per un fiorente cespuglio di rosmarino che migliora anno dopo anno.

Quando potare il rosmarino

Prima di iniziare, assicurati di potare nella stagione giusta. La potatura nel modo sbagliato al momento sbagliato può causare problemi di crescita che possono influire sulla pianta a lungo termine.

La potatura minore – quando si raccoglie o si tagliano i rami per una crescita più folta – è meglio farlo all’inizio della primavera.

Una potatura pesante – quando si tagliano siepi o grandi cespugli per controllare le dimensioni – è meglio farlo in autunno. Attendere almeno un mese affinché la pianta si adatti prima che si verifichi il gelo per evitare danni alla crescita delicata.

Prima di iniziare la potatura

Inizia sempre con un paio di forbici da potatura pulite e affilate. Per siepi più grandi con rami più spessi, potrebbe essere necessario un tagliabordi più grande per facilitare il processo.

Le cesoie smussate possono danneggiare la crescita esistente e rendere più difficile l’emergere di una nuova crescita. Assicurati che siano puliti lavandoli con acqua e sapone per prevenire il trasferimento di batteri o malattie che potrebbero inibire la crescita.

Potatura del rosmarino per una crescita più folta

Se stai cercando una crescita più folta e densa su una pianta rada, la potatura è il modo per ottenerla. È meglio farlo quando la pianta è giovane e i rami sono alti solo pochi centimetri. Potando presto, puoi incoraggiare i rami a dividersi, sviluppando più rami man mano che la pianta cresce.

Per incoraggiare la ramificazione sulle giovani piante, scegli rami lunghi circa cinque pollici e tagliali di uno o due pollici. Nelle nuove piante, i rami dovrebbero essere ancora relativamente morbidi e non troppo legnosi, quindi tagliare così lontano non inibirà la nuova crescita.

Se la tua pianta è leggermente più vecchia, non tagliare fino agli steli legnosi in quanto ciò può causare problemi con il fogliame emergente nella stagione sbagliata.

Pota prima gli steli esterni più vecchi poiché sono i più consolidati. Taglia ogni ramo con una leggera angolazione e conserva le talee per usarle in cucina. Se potati regolarmente durante la primavera o l’estate, i rami giovani spesso si dividono in due rami, rendendo la crescita più folta.

Potatura Rosmarino Per La Raccolta

La potatura di parti della pianta per la raccolta è una delle attività più regolari che eseguirai: dopo tutto, è il motivo per cui coltiviamo il rosmarino.

Il rosmarino può essere raccolto in qualsiasi periodo dell’anno ed è particolarmente apprezzato nei caldi piatti invernali, ma è necessario prestare attenzione per garantire che la crescita non sia ostacolata dalla raccolta.

Il momento migliore per raccogliere per l’uso in cucina è appena prima che un ramo fiorisca. Questo è quando il rametto di rosmarino sarà il più saporito. Rimuovi la sezione del ramo appena sopra il punto in cui termina la crescita legnosa per assicurarti che ricresca rapidamente.

Inizia dai bordi e procedi verso l’interno. Ciò manterrà la pianta ordinata, prevenendo al contempo una crescita chiazzata al centro che potrebbe diventare difficile da controllare.

Non rimuovere mai più di un quarto dell’intera pianta alla volta. Rimuovere troppo fogliame può causare shock, impedendo alla pianta di tornare più forte.

Quando raccogli in autunno o in inverno, rimuovi solo ciò che è assolutamente necessario e utilizzane il meno possibile, poiché ricomincerà a ricrescere più forte solo in primavera.

Potatura del rosmarino per il riordino

Non tutte le potature sono per la crescita o per l’uso in cucina. Una prugna può anche aiutare la tua pianta ad apparire esteticamente più gradevole, adattandosi al resto del tuo giardino ben curato.

Durante la potatura per riordinare la pianta, rimuovere tutti i rami poco performanti o morenti alla base. Anche tutte le parti della pianta uccise dal gelo o dalla malattia dovrebbero essere tagliate qui. Taglia i rami che crescono più a lungo di quelli circostanti per mantenere la forma ordinata.

Allo stesso tempo, rimuovi tutti i fiori appassiti per incoraggiare la pianta a concentrarsi sulla produzione di una nuova crescita.

Potatura Rosmarino Per Modellare

Durante la potatura del tuo cespuglio di rosmarino, sfrutta l’opportunità per tagliare la pianta in una forma più ordinata e accattivante. I cespugli di rosmarino più vecchi possono crescere incredibilmente densi e pieni, rispondendo bene alla modellatura in qualsiasi modo tu ritenga opportuno.

Per modellare la pianta, inizia con i rami sui bordi e procedi verso l’interno, tagliando accuratamente ogni ramo in modo che abbia le stesse dimensioni di quelli circostanti. Per una forma sferica, tagliare i bordi esterni più vicino alla crescita legnosa e mantenere i rami al centro più alti. Cerca di mantenere uniforme l’angolo dei tagli per mantenere l’ordine.

Rimuovi tutti i rami tentacolari o pendenti che sono difficili da controllare. Questi possono essere tagliati alla base, lasciando la forte crescita eretta rimanente.

Potatura Rosmarino Per Dimensione

Quando si coltiva il rosmarino come siepe o pianta da bordura, la potatura può aiutare a controllare le dimensioni in modo da non oscurare le piante circostanti. Tagliare grandi sezioni della pianta è meglio farlo in autunno, quindi non emerge alcuna nuova crescita prima del primo gelo, rovinando i progressi della potatura.

Per tagliare una pianta più grande per controllarne le dimensioni, rimuovi semplicemente tutti gli steli più lunghi riportandoli alla dimensione desiderata. Non tagliare il cespuglio troppo lontano, altrimenti la crescita della stagione successiva potrebbe rimanere legnosa e sgradevole con poco fogliame.

Tagliare un paio di centimetri con un paio di troncarami dovrebbe essere sufficiente per gestire le dimensioni senza inibire la crescita la stagione successiva. Come regola generale, non rimuovere mai più del 30% della crescita per garantire che rimanga un’abbondante crescita produttiva.

Se hai saltato una sessione di potatura e hai bisogno di rimuovere più di un terzo della tua pianta, puoi potare in più fasi. Inizia tagliando la sezione superiore della pianta. Aspetta circa due mesi affinché la pianta si riprenda prima di tagliare di nuovo. Ripeti questo processo se necessario, assicurandoti di lasciare un sacco di tempo tra i tagli per evitare shock.

Potatura del rosmarino per una crescita più sana

Una potatura annuale non è solo utile per mantenere la pianta in ordine, ma può anche migliorare la crescita. La crescita più vecchia o gli steli danneggiati e morenti assorbono energia dalla pianta che potrebbe essere destinata a una nuova crescita produttiva. Una pianta più densa ti fornisce anche più fogliame per la raccolta a lungo termine.

Per promuovere la crescita, potare leggermente in primavera e in estate ogni poche settimane. La tua prugna da raccolta regolare dovrebbe essere sufficiente per promuovere un’ulteriore crescita. Quindi, all’inizio dell’autunno, taglia i rami in modo significativo per prepararli a una nuova crescita nella primavera successiva.

Allo stesso tempo, rimuovi i rami improduttivi e riordina i rami che si incrociano l’uno sull’altro per migliorare il flusso d’aria.

Il tuo rosmarino dovrebbe avere diverse settimane per indurirsi e riprendersi prima che arrivi il gelo. La crescita vulnerabile dopo la potatura subirà gravi danni se esposta al freddo. Se potata al momento giusto, la crescita dovrebbe ricominciare a emergere la prossima primavera, si spera che torni più forte rispetto all’anno precedente.

Usa le tue talee di rosmarino

Quando poti il ​​rosmarino, non lasciare che le parti della pianta che rimuovi vadano sprecate. L’eventuale eccesso può essere utilizzato in cucina per insaporire una vasta gamma di piatti. Poiché il contenuto di umidità è basso, il rosmarino è anche un’ottima erba candidata per l’essiccazione, prolungando notevolmente la durata di conservazione del gustoso fogliame.

Se non hai usi immediati in cucina, puoi sempre radicare talee sane per fare ancora più piante di rosmarino. La nuova crescita morbida può essere radicata nell’acqua, ma è più probabile che si radichi in un mezzo fuori suolo come la fibra di cocco e la perlite o la sabbia.

Rimuovi il fogliame dalla metà inferiore della talea e immergilo nella polvere dell’ormone radicante per stimolare la crescita. Metti le talee in un vaso riempito con il mezzo di radicazione, copri con un sacchetto di plastica per creare umidità e lascia in un luogo caldo e luminoso lontano dalla luce solare diretta.

Mantieni il terreno umido e le talee dovrebbero radicarsi entro poche settimane.