Potatura pesco

La potatura è una parte molto importante della corretta cura e manutenzione del pesco; tuttavia, molte persone pensano che il compito sia opprimente o troppo complicato. Non deve essere! Tieni a mente queste cose:

  • Abbi fiducia nel sapere che non tutti poteranno esattamente allo stesso modo, compresi gli esperti.
  • Ci sono tre motivi principali per cui dovresti potare il tuo pesco: la sua sopravvivenza, la stimolazione e la formazione. Nel migliore interesse del tuo albero, è preferibile potare piuttosto che non potare.
  • Se un pesco non viene potato, potrebbe non dare frutti, non crescere bene e, in alcuni casi, potrebbe non essere affatto incoraggiato a crescere.

Perché dovresti potare i tuoi alberi di pesco?

I peschi hanno bisogno di cure leggermente inferiori rispetto ad altri alberi da frutto. Poiché le pesche maturano prima nella stagione, varie malattie e parassiti non possono danneggiare il raccolto. Inoltre, a causa di diverse varietà nane di peschi, la raccolta è più facile per i peschi.

Tuttavia, dovrai potare i tuoi alberi di pesco ogni anno per promuovere il vigore e le rese generali dell’albero. La potatura, la fertilizzazione, la gestione dei parassiti e l’irrigazione possono influenzare notevolmente le prestazioni del pesco.

La potatura crea una solida struttura per il tuo pesco per supportare grandi raccolti. Inoltre, la crescita vegetativa e la produzione di frutta possono essere bilanciate quando un pesco viene potato correttamente. Puoi controllare la diffusione e l’altezza del tuo pesco per facilitare la raccolta con la potatura.

Con una potatura adeguata, puoi rimuovere rami rotti e malati, ventose e germogli d’acqua. Pertanto, la chioma dell’albero si aprirà, permettendo alla luce e all’aria di penetrare.

  • Nota: La corretta potatura dell’albero è un passo importante nel processo di cura dell’albero per migliorarne la bellezza e garantire una vita lunga e sicura.

Se i peschi non vengono tagliati, avranno maggiori probabilità di contrarre malattie, avranno un periodo di vita più breve e avranno una sovrapproduzione, che ridurrà le dimensioni del frutto.

Pertanto, dovrai potare correttamente i tuoi peschi al momento giusto.

Il momento migliore per potare un albero di pesco

La maggior parte degli alberi da frutto deve essere potata quando sono dormienti. Tuttavia, per i peschi, la potatura in inverno li rende meno resistenti al freddo e suscettibili alla morte.

L’inizio della primavera è il momento perfetto per potare i tuoi peschi. A febbraio, i boccioli di pesca iniziano a gonfiarsi e diventano rosa. Puoi iniziare subito a potare i tuoi peschi.

Tuttavia, non potare i peschi prima della primavera. È meglio aspettare che potare le piante troppo presto. La potatura al momento giusto ridurrà le possibilità di infestazione da parassiti nei tuoi peschi.

Se i germogli si stanno sviluppando al centro dei tuoi peschi, puoi potarli in qualsiasi momento. Questi germogli impediranno all’aria e al sole di raggiungere i frutti e influiranno negativamente sul raccolto. Inoltre, quando poti i germogli in estate, avrai meno germogli da rimuovere nella primavera successiva.

Modi per potare un albero di pesco

Per la perfetta crescita del tuo pesco. Ti permetterà di avere un raccolto migliore e ottenere frutti più grandi. Quindi, discuteremo 3 modi in cui puoi potare il tuo pesco:

1. Potare un giovane albero di pesco

È fondamentale iniziare la crescita del tuo pesco nella giusta direzione, fin dalla semina. La potatura ti aiuta eccezionalmente in questo modo. Se hai piantato il tuo pesco in inverno, attendi qualche mese prima che appaia la primavera e la linfa inizi a scorrere.

Pota il tuo pesco in modo che il ramo più basso della pianta sia a 38 cm da terra. Man mano che il tuo albero cresce, i rami andranno più in alto. Quindi, evita di potare troppo in alto da terra.

Il ramo più alto del tuo pesco dovrebbe trovarsi a circa 76 cm da terra. Pota altri rami più alti di 70 cm.

Idealmente, tutti i rami del tuo pesco dovrebbero crescere con un angolo di 45 gradi. Se nessuno dei rami del tuo albero segue questa misura, taglia tutti i rami tranne un singolo bocciolo. Quindi attendi che crescano nuovi germogli.

Scegli 2 -3 rami dell’impalcatura del tuo pesco. Gli arti dell’impalcatura sono i rami più grandi del tuo pesco che iniziano dal tronco. Questi arti dovrebbero formare uno schema radiale dal tronco, ciascuno rivolto in direzioni diverse rispetto agli altri rami. Questi arti ospiteranno rami laterali più piccoli man mano che la pianta matura.

Durante la potatura, taglia i rami vicino al tronco dell’albero. Questo offrirà un piccolo collare di crescita, prevenendo la decomposizione dei rami. Utilizzare tagli di diradamento per piante di età inferiore a un anno. Se vuoi rimuovere parte dei rami, usa i tagli di intestazione.

Tuttavia, quando si potano i rami più giovani, evitare i tagli di testa per evitare getti d’acqua indesiderati e crescita di polloni.

2. Potatura di un pesco maturo

Avrai voglia di potare tutta la crescita malsana e morta per un pesco maturo. Le seguenti escrescenze di un pesco possono essere rimosse in qualsiasi momento dell’anno:

  • Rami infetti da funghi
  • Germogli d’acqua sui rami superiori
  • Ventose
  • Frutta secca del raccolto precedente

Quindi, durante la potatura del tuo pesco maturo, dovrai scegliere 4-6 rami primari e tagliare il resto. Tutti quei rami crescono con un angolo di 45 gradi rispetto al tronco.

Rimuovi i rami che crescono orizzontalmente o verticalmente dalla pianta poiché possono rompersi facilmente quando danno frutti. Inizia a potare il tuo pesco a forma di “V”. Tutti i tuoi rami dovrebbero imitare l’aspetto della lettera “V.”

Taglia i rami che si incrociano per far passare l’aria e la luce del sole. Se fatto bene, il tuo pesco dovrebbe apparire come un vaso aperto con un centro chiaro. Permetterà alla luce solare di entrare in tutti i punti della tua pianta.

Rimuovi i rami che crescono verso l’alto sulla tua testa. Questi rami renderanno difficile la raccolta del raccolto.

Pota il tuo pesco vicino alla base del ramo. Mentre tagli i rami, assicurati di potare con la stessa angolazione con cui crescono i rami. Tieni mezzo cm dalla gemma laterale per evitare di danneggiare la pianta e aprirla per l’infezione.

Se un ramo supera il diametro di 2 cm, dovrai iniziare con tre tagli per potare correttamente. Per prima cosa, taglia a metà il ramo dalla parte inferiore. Quindi tagliare dall’alto verso il basso di circa un pollice in più. Il peso dei rami li aiuterà a rompersi facilmente. Quindi fai il tuo taglio vicino al colletto del ramo.

3. Strumenti di potatura per potare un albero di pesco

Avrai bisogno di lame affilate e tagli netti durante la potatura del tuo pesco. Altrimenti, il tuo pesco può essere ferito ed essere suscettibile alle malattie fungine.

Una cesoia professionale o un potatore manuale possono essere lo strumento migliore per potare il tuo pesco. Dovrai assicurarti che l’acciaio del tuo strumento di potatura non sia abbastanza arrugginito e affilato da poter eseguire tagli netti.

Puoi potare le nuove crescite con un paio di cesoie bypass. Tuttavia, i rami più vecchi e più grandi potrebbero aver bisogno di un paio di crochet o anche di una sega a mano.

Per la raccolta, un potatore telescopico leggero può ridurre eccezionalmente i tuoi sforzi. Puoi ottenere un potatore a braccio lungo per raggiungere i frutti che crescono sui rami alti. Quindi, ecco l’elenco degli strumenti di cui avrai bisogno per potare correttamente il tuo pesco:

  • Cesoie professionali
  • Potatore a mano
  • Cesoie
  • Sega a mano
  • Potatore telescopico leggero
  • Potatore a braccio lungo

Assicurati di prenderti cura dei tuoi strumenti di potatura. Puoi trovare strumenti realizzati in acciaio giapponese che sono famosi per i loro servizi di alta qualità e per impieghi gravosi. Inoltre, trova strumenti che ti consentano di lavorare liberamente senza fatica.

Quanta potatura dovrebbe essere fatta per un albero di pesco?

Mantieni 3-5 grandi rami del tuo pesco che crescono con un angolo di 45 gradi. Taglia altri rami grandi in modo che quelli esistenti possano ricevere abbastanza luce, aria, acqua e altri nutrienti.

Rimuovi tutti gli arti che crescono verso l’interno, in orizzontale, in verticale o verso il basso. Inoltre, considera di rimuovere rami o germogli delle dimensioni di una matita che crescono verso l’alto o verso il basso della tua pianta.

Taglia i germogli rossi e i restanti rami fruttiferi di circa 46-60 cm che crescono verso l’esterno della pianta.

Come addestrare il tuo albero di pesco?

Puoi usare il tuo pesco per decorare la tua semplice parete esposta a sud del sentiero dell’orto. Poiché il pesco può essere allevato a spalliera o a ventaglio, questi possono migliorare l’estetica di tutto il tuo giardino.

Puoi addestrare il tuo pesco a forma di ventaglio se il tuo muro è ben illuminato. In questa forma, più rami cresceranno dalla base del tuo pesco.

D’altra parte, i peschi dalla forma particolare avranno un tronco verticale e più pneumatici orizzontali. I rami qui sono tenuti a corto di aumentare il raccolto dei tuoi peschi.

È una buona idea piantare i tuoi peschi vicino a un muro. In questo modo, la tua pianta può trattenere il calore per maturare sia i germogli che i frutti. Inoltre, la struttura a ventaglio del tuo pesco terrà lontane le gocce di pioggia e aiuterà la tua pianta a evitare la crenatura delle foglie.

Se il tuo giardino non ha abbastanza spazio, una forma a gradino è il modo migliore per addestrare il tuo pesco. Utilizzerà uno spazio minimo e massimizzerà la crescita dei frutti.

Potatura pesco: Suggerimenti per la manutenzione

Per il miglior risultato possibile per i tuoi peschi, segui questi suggerimenti per mantenerli correttamente:

  • Usa strumenti di potatura affilati e puliti per potare i tuoi peschi al momento giusto.
  • Disinfetta i tuoi strumenti di potatura prima e dopo l’uso.
  • Fai attenzione ai riccioli di foglie di pesca e prendi le misure necessarie per evitarli.
  • Elimina gli steli colpiti e le foglie malate dall’albero se il tuo pesco è attaccato da una malattia.
  • Rimuovere eventuali foglie di pesca malate cadute a terra per interrompere il ciclo di vita della malattia.
  • Non potare il tuo pesco in una giornata piovosa.
  • Non utilizzare materiale di scarto per il compost.
  • La potatura durante l’autunno e l’inverno rende il tuo pesco suscettibile alla malattia della foglia d’argento. Non potare la tua pianta durante questi periodi.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *