Potatura melo

Se un melo non viene potato per troppo tempo, diventa troppo cresciuto e, di conseguenza, il vigore dell’albero ne risentirà, insieme alla sua produzione di frutti.

Un melo sano, proprio come un pesco o molti altri alberi da frutto, non è uno con rami e fogliame estremamente densi, ma piuttosto uno che ha molto spazio e luce tra i rami.

Di fronte a un albero gravemente invaso, molti giardinieri temono che il restauro sarà complicato e sono preoccupati per affrontare il compito. Ma fatti coraggio: è quasi impossibile uccidere un melo maturo e troppo cresciuto potandolo.

La potatura più complicata avviene nei primi tre anni di vita di un melo, dopodiché la potatura diventa un’operazione abbastanza facile. Le ricompense di un lavoro di potatura completo saranno una migliore produzione di frutta e un albero molto più sano.

Quando potare un albero di mele

La potatura viene eseguita meglio alla fine dell’inverno mentre l’albero è dormiente o all’inizio della primavera prima che inizi la nuova crescita.

Se possibile, evita la potatura in estate e in autunno, poiché ciò stimola una nuova crescita sensibile che potrebbe essere vulnerabile agli attacchi degli insetti e ai danni invernali. Tuttavia, i rami chiaramente malati o danneggiati dovrebbero essere rimossi ogni volta che li vedi.

I meli maturi ti diranno quando hanno bisogno di una potatura rigorosa perché la produzione di frutti inizia a diminuire. La maggior parte degli alberi da frutto coltivati ​​​​nei giardini domestici sono tipi stimolanti. Uno sperone è un ramo corto da 5 a 10 cm dove il melo fiorisce e dà frutti.

Questi speroni diminuiscono quando l’albero inizia a produrre polloni e quando c’è troppo legno improduttivo sull’albero. Rimuovendo i polloni e il legno cattivo attraverso potature pesanti, l’albero viene stimolato a produrre più speroni fruttiferi.

E la potatura dura apre anche i rami in modo che la luce del sole e l’aria possano raggiungere tutti i frutti in maturazione.

I coltivatori commerciali eseguono una qualche forma di potatura su un melo quasi ogni anno, ma per i proprietari di case, un albero maturo dovrebbe andare bene se viene potato ogni tre anni circa.

  • Note: Oltre alla potatura, è una buona idea sfoltire parte dei frutti acerbi a fine maggio o inizio giugno, da 20 a 40 giorni dopo la fioritura dell’albero. Potresti notare che l’albero inizia automaticamente a far cadere frutti immaturi in questo momento, che è il tuo segnale per dare una mano assottigliando alcuni dei frutti rimanenti. Pizzica da un terzo a metà di tutti i frutti immaturi. Questa riduzione della concorrenza consentirà all’energia dell’albero di aumentare le dimensioni dei frutti rimanenti.

Prima di iniziare la potatura del melo

Assicurati che i tuoi strumenti di potatura siano buoni e affilati prima di iniziare. Lottare per tagliare con strumenti poco affilati può causare incidenti su una scala. I meli sono alberi spinosi e spinosi che possono facilmente perforare la tua pelle, quindi assicurati di indossare guanti da lavoro, maniche lunghe e pantaloni lunghi mentre lavori.

Di cosa avrai bisogno per la potatura

  • Cesoie
  • Cesoie o seghe per rami più grandi
  • Scala a pioli
  • Guanti pesanti
  • Equipaggiamento protettivo (occhiali di sicurezza, elmetto protettivo)

Istruzioni per eseguire la potatura del melo

Di seguito abbiamo raccolto 7 punti fondamentali per una giusta potatura:

1. Rimuovi i rami danneggiati

Passaggio N.1

Inizia rimuovendo tutti i rami ovviamente morti, danneggiati o malati. Il legno morto sarà scuro o fragile, spesso con la corteccia che cade e il legno malato è solitamente di un colore diverso rispetto agli altri rami.

Una ferita aperta su un ramo è un invito agli insetti e ad altre malattie, quindi dovresti potare il legno morto e ferito in qualsiasi momento dell’anno.

2. Rimuovi i germogli

Passaggio N.2

Le piante legnose vengono spesso potate con l’obiettivo di incoraggiare una maggiore crescita, ma non tutta la crescita è benvenuta. I polloni (rami che crescono dalla base dell’albero), i vortici (rami che crescono da e circondano un altro ramo) e i germogli d’acqua (rami sottili che di solito crescono dritti) non daranno mai frutti, assorbono solo energia dalla pianta.

Rimuovere questi germogli estranei all’inizio del processo di potatura ti aiuterà anche a vedere meglio la struttura dell’albero, rendendo più facile vedere dove sono necessari ulteriori tagli.

3. Rimuovi i rami bassi

Passaggio N.3

Sbarazzarsi di eventuali rami entro circa 4 piedi dal suolo. Probabilmente saranno troppo ombreggiati per produrre mele e i rami bassi invitano solo cervi e altri animali a mordicchiare.

4. Rimuovi i rami problematici

Passaggio N.4

Ora, elimina tutti i rami rivolti verso il basso. Anche loro saranno ombreggiati e improduttivi.

Successivamente, concentrati sulla rimozione di eventuali rami che si incrociano o sfregano contro rami più grandi. Man mano che crescono, diventeranno più spessi e pesanti, quindi sbarazzati di loro ora prima che danneggino i rami “impalcatura” che formano la forma principale dell’albero.

5. Rimuovere i rami principali concorrenti

Passaggio N.5

Fai un passo indietro e guarda di nuovo l’albero. Dovrebbe avere un leader verticale principale o un tronco centrale. Il capo potrebbe essere un po’ curvo se l’albero non è stato picchettato durante la crescita o se è stato piegato dal vento.

Non c’è niente di sbagliato in questo, ma i principali rami laterali che si estendono dal leader dovranno andare. Se vengono lasciati, diventeranno rami concorrenti che distorceranno la forma e l’apertura dell’albero. Potali di nuovo a filo con il leader principale.

  • Nota: Quando si pota un intero ramo, tagliare fino al colletto del ramo, leggermente lontano dal tronco, e poi tagliare lungo il bordo esterno del colletto, è un approccio comune. Tuttavia, se stai semplicemente accorciando un ramo, pota a un bocciolo rivolto verso l’esterno, uno che è diretto lontano dal ramo vicino. Il taglio appena sopra un bocciolo rivolto verso l’esterno lo incoraggerà a germogliare un nuovo ramo che crescerà e si allontanerà dall’altro ramo esistente. Se tagli sopra un bocciolo rivolto verso l’interno, potresti incoraggiare un nuovo ramo che attraversa o ombreggia il ramo interno esistente e alla fine dovrà essere rimosso.

6. Elimina il disordine

Passaggio N.6

Ora, concentrati sul diradamento dei rami interni in modo che la luce solare possa raggiungere tutti i frutti e in modo che ogni ramo si trovi a un angolo piacevole e forte maggiore di 45 gradi rispetto al capo.

Sii spietato in questa operazione, ma è meglio non rimuovere più di circa un terzo della massa totale dell’albero se è stato trascurato. Se un albero viene regolarmente potato, ogni sessione può comportare una riduzione di circa un quinto.

7. Ispeziona l’albero

Infine, assicurati che i rami superiori siano più corti dei rami inferiori. Il risultato finale dovrebbe apparire come una piramide con rami orizzontali ben distanziati. C’è del vero nel vecchio adagio secondo cui un uccello dovrebbe essere in grado di volare attraverso il melo senza che le sue ali tocchino un ramo.

I risultati possono sembrare estremi una volta terminati, ma presto l’albero produrrà frutti più sani e, di conseguenza, sarà più facile da raccogliere.

Potatura melo: Conclusioni

Ci saranno sempre compromessi nei tuoi tagli; puoi incoraggiare la crescita ma non puoi realizzarla. Pensa ai tagli che devi fare. Pensa a cosa rimarrà dopo aver tagliato: potresti dover conservare alcuni rami che non sono ideali perché non rimarrebbe nulla se non lo facessi!

Non rimuovere mai più di 1/3 della crescita di un melo. Garantire l’equilibrio fuori terra con la struttura della radice (e l’accumulo di energia associato) è una chiave fondamentale per avere un melo sano. La potatura dei meli su base annuale ti assicurerà di non rimuovere più del 5-10% della crescita di un albero in un dato anno.

La potatura dei meli è assolutamente essenziale per un frutteto produttivo. Seguendo queste linee guida, ti preparerai per un raccolto di mele lungo, sano e produttivo. Come me, potresti ritrovarti a cercare amici e vicini a cui regalare mele! Prepara le ceste di moggio!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *