Potatura fico

Potare il tuo fico ogni anno durante la stagione dormiente può aiutare il tuo albero a dare i suoi frutti. Scopri altri suggerimenti su come potare un fico per la salute e la produzione di frutta.

Il fico è un albero da frutto originario del Medio Oriente e del bacino del Mediterraneo che adotta naturalmente una forma ampia e cespugliosa e che produce naturalmente molti fichi.

Dato che le sue ferite rimarginano male (legno tenero) e che la potatura dei suoi rami lo spinge a produrre più legno e foglie a discapito della fioritura e della fruttificazione, non è obbligatorio imporre una potatura di formazione, o addirittura di fruttificazione in caldo climi.

Cos’è un albero di fico?

Un fico è uno dei tanti alberi da frutto del genere Ficus . Molte specie sono note per le foglie grandi e i frutti carnosi e dolci.

Sono autoimpollinanti e resistenti alla siccità, anche se troppo poca acqua impedirà all’albero di produrre frutti commestibili.

È relativamente facile coltivare alberi di fico nel tuo giardino di casa. Nei loro primi anni, hanno bisogno di annaffiature regolari. Il pacciame può aiutare a trattenere l’umidità e impedire che troppa acqua evapori dal terreno. Anche i fichi necessitano di potature regolari, che nel tempo produrranno nuovo legno fruttifero.

Perché potare i fichi?

Quando poti un albero di fico o un cespuglio di fichi, accadono molte cose positive.

  1. Il processo stimola una nuova crescita. Quando tagli i rami vecchi e improduttivi, l’albero dedica risorse alla crescita di nuovi rami che possono essere più produttivi.
  2. Un albero potato diventa più folto e più vibrante. Quando gli alberi producono nuovi germogli, arrivano più spessi e più robusti di quelli che hanno sostituito.
  3. Gli alberi potati producono più frutti. Che tu abbia un fico, un melo o un albero di agrumi, tagliare i rami non fruttiferi produrrà effettivamente un raccolto maggiore sui rami fruttiferi.

Come potare un albero di fico

Che tu abbia un albero di fico o un cespuglio di fichi nel tuo giardino di casa, lo aiuterai a prosperare potandolo ogni anno. Prendi in considerazione alcuni suggerimenti generali per questo processo.

  1. Pota il tuo fico nel suo primissimo anno. Se acquisti un fico giovane o un cespuglio di fico da un vivaio, potalo non appena lo pianti nel terreno. La prima volta che poti, dovresti tagliare circa il cinquanta percento dei rami. Ciò aiuterà l’albero a dedicare le sue risorse alla creazione di un forte apparato radicale.
  2. Pota di nuovo il tuo albero durante il primo inverno dell’albero. La potatura invernale dovrebbe essere un affare annuale e inizia con il primo inverno del tuo albero. Il tardo inverno è la fine della stagione dormiente dell’albero e il momento migliore per tirare fuori le cesoie da potatura. Ciò spingerà nuovi rami a germogliare all’inizio della primavera.
  3. Continua a potare il tuo albero ogni anno successivo. Potare il tuo fico nel suo primo anno è importante, ma pianifica di continuare a potarlo l’anno prossimo e quello successivo. La potatura del fico durante la dormienza porterà a una stagione di crescita più produttiva e frutta fresca a partire dall’inizio dell’estate.
  4. Seleziona alcuni rami come rami fruttiferi. Con la tua prima potatura alle spalle, è tempo di diventare strategici. Mentre poti nel secondo anno dell’albero, cerca da cinque a sei rami particolarmente forti che si estendono dal tronco principale. Questi saranno i tuoi rami principali per portare frutto. Taglia tutti gli altri rami più piccoli dal tronco principale.
  5. Utilizzare cesoie da potatura pulite. Pulisci sempre le forbici da potatura con alcool prima di potare l’albero per evitare di diffondere malattie tra le piante.
  6. Potare i rami secondari . Un ramo secondario è quello che cresce da un ramo fruttifero principale dell’albero. Se qualche ramo secondario si estende a meno di un angolo di quarantacinque gradi o cresce in altro modo molto vicino ai rami fruttiferi, pota anche quelli. La potatura di questi rami può aiutare a creare un percorso chiaro per i rami fruttiferi man mano che l’albero matura.
  7. Potare i polloni. Un pollone è una piccola crescita frondosa che appare a livello del suolo o vicino alla base dell’albero. Questi non cresceranno mai in rami completi, quindi tagliali con i tuoi potatori.
  8. Valuta di tagliare i rami fruttiferi. Durante la dormienza, considera di tagliare i rami fruttiferi del tuo albero maturo a un terzo o addirittura a un quarto delle loro dimensioni normali. Ciò contribuirà a mantenere l’albero più piccolo e robusto, evitando che i rami più grandi si spezzino e facilitando anche la raccolta. A seconda delle dimensioni dei tuoi rami fruttiferi, potrebbe essere necessario utilizzare grandi troncarami invece di cesoie da potatura.
  9. Pota sempre il legno morto. La potatura principale dovrebbe avvenire durante la stagione dormiente del tardo autunno e dell’inverno, ma potare il legno morto e il legno malato tutto l’anno.
  10. Potare meno nel tempo. I giovani alberi hanno bisogno di una potatura intensa per metterli sulla giusta rotta. Gli alberi più vecchi possono essere potati molto meno drasticamente.

Quando potare il fico

Alla fine dell’inverno nelle regioni fredde (fine febbraio/inizio marzo) o dopo la raccolta al sud (ottobre).

Specie e varietà di fichi

Tra varietà di fico con fico rosso le unifere (che producono frutti una volta all’anno) troviamo:

  • “Violette de Sollies”: varietà di fichi a polpa rossa.
  • “Parisienne”: varietà di fichi blu ardesia, con frutti grossi e piatti.
  • “Blanquette”: varietà di fichi a polpa rosa.

Tra le varietà bifere (che producono frutti due volte l’anno), distinguiamo:

  • “Goutte d’or”: varietà di fichi dai grossi frutti dorati e dalla produzione molto abbondante.
  • “Blanche d’Argenteuil”: varietà di fico perfetta per il nord di Valence.
  • “La Caromb” : varietà di fico allungato.

Potatura fico: Conclusioni

Il fico, o ficus carica, incanta per la bellezza del suo fogliame e per la qualità dei frutti che offre.

È senza dubbio uno degli alberi da frutto più belli, rinomato anche per la qualità dei suoi frutti.

Il verde scuro del suo fogliame, la forma e le dimensioni delle sue foglie lo renderanno anche un ottimo punto d’ombra durante la calura estiva.

È resistente e si adatta alla maggior parte dei terreni, quindi non avrai problemi a coltivarlo e, in poco tempo, a raccogliere fichi meravigliosi!

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *