Potatura corbezzolo

Il corbezzolo (Arbutus unedo) è una pianta paesaggistica insolita perché ha fiori e frutti presenti contemporaneamente durante l’autunno e l’inverno.

Le belle foglie verde scuro hanno bordi finemente dentati e sono sempreverdi. L’attraente corteccia ispida color cannella dona più colore al tronco e ai rami.

Ha bisogno di una potatura lenta e moderata nel tempo per sviluppare la forma ad albero e cresce come un arbusto medio-grande quando è più giovane. I fiori bianchi profumati sono pendenti e a forma di campana stretta, che appaiono all’estremità dei rami.

Potatura dei corbezzoli

Con la crescita più lenta del corbezzolo, la pianta ha un’abitudine di crescita ordinata e sono necessarie poche potature. Se tenuto come un arbusto, la considerazione principale è mantenerlo a misura.

Si consiglia di potare leggermente e gradualmente ogni stagione alla fine dell’inverno o all’inizio della primavera, concentrandosi su una crescita affollata, incrociata e danneggiata e sui rami che toccano il suolo, crescono troppo a lungo o in altre piante.

Per far crescere la pianta come un albero, scegli un unico leader e incoraggia gradualmente la crescita eretta e lo sviluppo di una chioma che si allarga.

Coltivazione di alberi di corbezzolo

Il corbezzolo cresce sia al sole che all’ombra parziale. Proteggi le piantine e le giovani piante dal freddo e dai venti freddi. La pianta sviluppa un fittone profondo e diventa resistente alla siccità con l’insediamento. È anche resistente al sale e può essere utilizzato nelle zone costiere.

Il corbezzolo tollererà una vasta gamma di tipi di terreno purché abbiano un buon drenaggio.

Se si danneggia a causa del freddo eccessivo, attendere fino a quando non è chiaro quale legno è ancora vivo prima di rimuovere il tessuto morto e danneggiato.

Le cultivar più piccole fanno buoni esemplari di contenitori e una leggera potatura in inverno o in primavera è necessaria per modellare le piante da contenitore e tenerle in limiti.

Corbezzolo: malattie e cure

Piantato in buone condizioni, al sole, in terreno ben drenato e al riparo dai venti freddi, il Corbezzolo è resistente e poco sensibile a malattie e parassiti.

Foglie gialle o brune, secche, macchie brune con piccoli puntini neri visibili sulle foglie, il Corbezzolo può essere comunque abbastanza frequentemente soggetto ad attacchi di afidi e macchie fogliari, in particolare “arbutus septoria“, entrambi fortunatamente non gravi.

Per quanto possibile, ci rivolgiamo a cure tanto virtuose quanto poco costose!

Scopri come proteggerlo dagli attacchi di afidi e malattie, come combattere la septoria, individuarla, prevenirne la comparsa ed eliminarla per mantenere il tuo Corbezzolo splendido e vigoroso in ogni circostanza.

Corbezzolo septoria

La malattia più comune conosciuta di Arbutus r è la septoria, una malattia crittogamica causata da funghi. Se non uccide l’albero, il relativo danno ne pregiudica l’aspetto estetico e può ridurne il vigore e comprometterne la fruttificazione.

Cause

Questa malattia delle macchie fogliari è una malattia fungina, è un fungo ( Septoria unedonis ) che provoca inizialmente la comparsa di macchie sulle foglie, quindi la morte delle foglie.

Sintomi

Gli attacchi si verificano quando il tempo è mite e piovoso, di solito in estate e all’inizio dell’autunno. I primi sintomi della malattia compaiono durante l’inverno.

Sulle foglie sono visibili macchie rotonde o ovali da marroni a bruno-rossastre talvolta intervallate da piccoli punti neri, responsabili dell’epidemia. Possono diffondersi fino a quando la foglia non si asciuga completamente, diventa gialla, appassisce e cade prematuramente. Il fungo può contaminare tutto il fogliame portando a una diffusa caduta delle foglie.

Cosa si potrebbe fare per rimediare?

Come misura preventiva, in autunno ea fine inverno, nebulizzare la chioma ogni due settimane, una o due volte, con poltiglia bordolese . Rinnovare se necessario.
Curativo in caso di attacco

Per cominciare, per evitare che il tuo corbezzolo perda completamente le piume oltre che un proliferare dell’epidemia l’anno successivo, bisogna limitare la contaminazione . È probabile che questo fungo si diffonda ad altre piante, quindi è meglio prevenire!

  • Raccogli e brucia le foglie cadute e contaminate per distruggere il fungo
  • Rimuovi quelli che sono macchiati e pronti a cadere
  • Trattare ai primi sintomi possibilmente con un fungicida idoneo o con poltiglia bordolese le foglie rimanenti

Afidi

In primavera e in estate gli afidi tendono ad invadere gli alberi da frutto, soprattutto le foglie dei corbezzoli. Come combattere questi parassiti?

Sintomi

Le foglie si deformano, si accartocciano e poi ingialliscono. Gli afidi respingono la melata che favorisce la comparsa di una polvere appiccicosa, muffa fuligginosa, che in realtà è un fungo nero.

Prevenire l’attacco

Pianta in un punto del giardino piante come i nasturzi che notoriamente attirano sicuramente gli afidi, che abbandoneranno le foglie del corbezzolo, fungono da diversivo!

In caso di attacco

Trattare il fogliame spruzzando, inizialmente, con acqua a cui è stato aggiunto del sapone nero liquido in ragione di un cucchiaio per 1 L di acqua tiepida. Se dopo qualche giorno gli afidi sono ancora presenti, ripetere l’operazione o trattare con un insetticida naturale a base di piretro.

Articolo correlato: