Potatura albicocco

Quando e come potare l’albero di albicocco? È un albero da frutto robusto che non supporta potature eccessivamente invasive.

È quindi necessaria una potatura soffice, da effettuare durante tutto l’anno per mantenere un albero in buona salute, portando frutti sani e gustosi.

Le albicocche sono uno dei frutti regolarmente consumati in estate. Invece di buttare via i loro noccioli, perché non provare a coltivarli?

Coltivare un albicocco partendo da un nocciolo è un’esperienza affascinante e gratificante. Cosa c’è di meglio che vedere una pianta fiorire, coccolata dalle nostre cure, e sperare un giorno di raccogliere i frutti dei nostri sforzi?

Volete imbarcarvi in questa avventura? Seguite i nostri consigli su come far germogliare con successo il nocciolo dell’albicocca.

Perché potare un albicocco?

L’albicocco è un albero che non sopporta bene le potature eccessive . Tuttavia, deve essere potato adeguatamente durante tutto l’anno. Questo permette di preservare la struttura dell’albero, di limitare le malattie, ma anche di poter raccogliere frutti di qualità.

In generale, la potatura di un albicocco ne aumenta la longevità. È anche un buon modo per dare al tuo albero di albicocche una forma armoniosa ed estetica. Le diverse dimensioni hanno un’azione diversa sull’albero di albicocco:

  • Potatura di allevamento: per equilibrare il portamento dell’albero su soggetti giovani, alberi da frutto formati o soggetti a spalliera
  • Potatura a fruttificazione: potatura a lombrico da effettuare in estate per ottenere frutti grossi e maturi
  • Potatura di ringiovanimento: per rafforzare i germogli e ringiovanire i vecchi rami

Come potare un albero di albicocche?

La tecnica di potatura per un albicocco, un albero da frutto, dipende dall’obiettivo e dal periodo di potatura. Infatti, non tutti gli alberi da frutto vengono potati allo stesso modo o contemporaneamente: la potatura di lamponi, fichi, peri o susini è diversa da quella effettuata su un albicocco.

Vediamo come procedere.

Tecnica di potatura di un albicocco

La tecnica di potatura da applicare per potare un albero di albicocco dipende dalla potatura effettuata:

  • Potatura di addestramento : cerca di identificare i germogli di legno (pungiglione acuto). Taglia i ramoscelli con solo gemme di legno sopra la quinta gemma
  • Potatura di ringiovanimento : rimuovere i rami morti ed eliminare i rametti. Taglia i rami che si incrociano e vai verso il centro dell’albero alla loro base. Rimuovi anche i rami che si dividono. Salva rami con boccioli di fiori e frutti. Se i rami hanno entrambi i tipi di boccioli, potali sopra un bocciolo di legno, assicurandoti di mantenere 4-5 boccioli di fiori sul ramo
  • Potatura verde dell’albicocco: la potatura verde è una potatura fruttifera da praticare in estate. Permette di ottenere frutti di buona pezzatura e molto maturi

Quali strumenti usare?

La potatura dell’albero di albicocco viene effettuata con attrezzi specifici. Per tagliare i rami, usa potatori o una sega a mano. Questi strumenti da taglio devono essere sempre puliti e disinfettati : questo limita il rischio di diffusione di malattie e parassiti da ramo a ramo o da albero ad albero.

Se i tuoi alberi sono alti, considera anche di procurarti una scala o una scala a pioli per raggiungere i rami più alti.

Quando potare un albicocco?

Quando dovresti potare gli alberi di albicocca? L’albicocco è un albero di pietra . Come i suoi cugini, va quindi potato in inverno, dopo la caduta delle foglie e prima della comparsa dei primi germogli.

È importante attendere la fine dell’inverno per potare un albicocco: bisogna aspettare che siano passate le gelate più intense. Ciò consentirà ai rami tagliati di guarire al proprio ritmo, senza essere attaccati dal gelo.

Questo aiuta anche a prevenire la fioritura prematura . Infatti, se potato troppo presto, il tuo albicocco rischia di germogliare velocemente. Queste gemme purtroppo non possono sopravvivere in condizioni di freddo estremo e in presenza di gelo.

Se la fioritura inizia troppo presto, sarà spazzata via dalle gelate tardive. Ti consigliamo quindi di potare i tuoi albicocchi alla fine di febbraio.

In autunno va praticata anche una pulizia delle corna . Si tratta della potatura verde dell’albero di albicocco, consistente nell’asportazione dei rami morti, deboli o malati. In estate si possono anche ripiegare i rami appena fruttificati: si tratta della potatura dell’albicocco dopo il raccolto.

Si consiglia inoltre di asportare i frutti in eccesso in primavera: si tratta della potatura di pulizia. Elimina la frutta per ottenere albicocche più grandi e saporite.

  • Nota: POTATURA DEL GIOVANE ALBERO DI ALBICOCCA – Sconsigliamo di potare un albicocco giovane di età inferiore a un anno. Dopo essere stato acquistato e piantato, il tuo albero da frutto ha bisogno di tempo per adattarsi al terreno. La prima potatura deve quindi avvenire l’anno successivo al suo impianto. Inoltre, tieni presente che l’albero di albicocca non porta frutti prima di 3 o 4 anni di coltivazione. Ulteriori informazioni sui periodi di potatura degli alberi.

Potare un albero malato di albicocche

La potatura di un albero malato è anche chiamata potatura di restauro. Un albero di albicocca è considerato malato in presenza dei seguenti segni:

  • Chioma poco ventilata e compatta
  • Rami di carpentiere aggrovigliati
  • Rami bassi piegati verso terra, appassiti
  • Scarsa fruttificazione, pochi frutti o frutti di scarsa qualità
  • Pochi legni nuovi
  • Aspetto di ferite mal rimarginate e cancro
  • Presenza di edera o vischio

Hai notato qualcuno di questi segni? È tempo di un taglio di pulizia. Taglia tutto il legno morto o malato. Rinfresca le ferite mal rimarginate e applica il disinfettante sulle nuove ferite.

Se noti la presenza di vischio o edera, eliminalo. Ricordati anche di staccare la gommapiuma dal tronco.

Lascia una risposta

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *