Come essiccare i carciofi

Se non avete mai essiccato i vostri carciofi, è un ottimo modo per gustare i prodotti coltivati in casa tutto l’anno. Il procedimento è semplice: Raccogliete e pulite i carciofi, poi disidratateli a bassa temperatura nel vostro forno finché non saranno asciutti e croccanti.

Mi piace provare diverse combinazioni di erbe quando disidrato il mio ortaggio preferito, ma ecco due semplici ricette per iniziare.

Sciacquare i carciofi

Per prima cosa è necessario rimuovere le foglie esterne del carciofo. Per farlo, tagliate il terzo superiore del carciofo con un coltello affilato e usate le dita per staccare e rimuovere ogni foglia man mano che scendete.

Potete anche usare una spazzola per verdure per rimuovere lo sporco che potrebbe essere rimasto all’interno o intorno ai carciofi. Una volta rimosse tutte le foglie, sciacquateli sotto l’acqua fredda, facendo attenzione a non immergerli troppo in profondità, per evitare che si scoloriscano!

Selezionare i carciofi migliori

Scegliete carciofi pesanti per le loro dimensioni.

Scegliete carciofi con foglie ben chiuse e senza segni di muffa o decadimento all’estremità del gambo o sulla punta delle foglie.

Scegliete carciofi sodi e senza muffa (il gambo deve spezzarsi facilmente).

Se non siete sicuri, scegliete il carciofo più grande e tagliatelo a metà; se uno dei due lati è verde chiaro all’interno, significa che non è stato conservato correttamente e non sarà buono per l’essiccazione.

Pretrattare i carciofi

Esistono tre metodi di pretrattamento per eliminare l’acidità naturale dei carciofi.

  • Immergerli in una soluzione di acqua e sale per circa 20 minuti, scolarli e asciugarli. Questo metodo è semplice ma non è molto efficace per eliminare tutte le tracce di acido. Si può provare se non si hanno abbastanza limoni a portata di mano o aceto (che è più efficace). È anche utile se avete bisogno di risparmiare tempo!
  • Immergeteli in acqua semplice mescolata con 1/2 tazza di aceto per 20-30 minuti prima di lavarli con acqua fresca e asciugarli accuratamente. Questo metodo funziona bene se avete intenzione di preparare delle chips di carciofi o qualcosa di simile, ma non è consigliato per cucinare carciofi interi perché tende a non neutralizzare l’acido come il succo di limone o l’aceto.
  • Lavare i carciofi con una miscela di 1/2 tazza di succo di limone mescolata a quattro tazze d’acqua per ogni chilo di carciofi lavati (il totale è di circa 2 tazze se si usano due chili). Se rimane del liquido dopo averli sciacquati accuratamente, scolateli bene prima di riporli al riparo dalla circolazione dell’aria, in modo che i batteri non si sviluppino sui vostri prodotti bagnati!

Preparare il vassoio per l’essiccazione

  • Utilizzare una teglia antiaderente.
  • Foderare la teglia con carta da forno.
  • Usare una rastrelliera per tenere i carciofi fuori dalla teglia. Per evitare che i carciofi si attacchino alla teglia, potete spruzzarla con olio da cucina.

Impostare la temperatura di essiccazione

Impostare la temperatura di essiccazione.

L’essiccazione è un processo che richiede in genere dai tre ai cinque giorni, a seconda delle dimensioni dei carciofi.

Per essiccare un carciofo grande, impostate il forno a 150 gradi Fahrenheit e controllatelo ogni ora circa finché non saranno più morbidi e malleabili (circa 20 ore).

Per essiccare pezzi di carciofo più piccoli, metterli in un contenitore ermetico e metterli in forno a 100-120 gradi per circa 12 ore.

Posizionare il carciofo sul vassoio

Una volta posizionato il carciofo sul vassoio e in modo appropriato, è il momento di iniziare l’asciugatura. Assicuratevi che il vassoio sia pulito e asciutto; in caso contrario, utilizzate un asciugamano per eliminare l’umidità residua. Il carciofo deve essere stabile sul vassoio; se una delle foglie o dei gambi risulta allentata, fissatela con un pezzo di nastro adesivo.

La circolazione dell’aria intorno al carciofo lo farà asciugare più velocemente rispetto a quando è appoggiato su un piano di lavoro o su un tavolo; per questo motivo è utile posizionarlo davanti a una finestra aperta per farlo asciugare (se questo non è possibile, utilizzate un altro metodo – vedi sotto). Tuttavia, non mettete troppi vassoi insieme perché potrebbero interferire con il flusso d’aria e rallentare il tempo di essiccazione.

È anche possibile acquistare disidratatori specifici per l’essiccazione di frutta e verdura in casa; questi funzionano facendo circolare l’aria calda attraverso piccoli fori nei vassoi e ruotandoli a intervalli regolari, in modo che tutto si asciughi uniformemente da tutti i lati (questo processo richiede di solito circa sei ore).

Sformare i carciofi essiccati dopo otto ore

Dopo otto ore, i carciofi saranno pronti per essere utilizzati. Sformateli battendo delicatamente ogni carciofo su una superficie dura per staccarlo dal vassoio. Quindi tirate il gambo con le dita e tagliatelo con un coltello. Nel caso di varietà di carciofi scuri o viola, è possibile utilizzare questo metodo anche per rimuovere le punte delle foglie rimaste prima di conservare i carciofi secchi per un uso prolungato.

Potete conservarli in un contenitore ermetico in un luogo asciutto per un massimo di 6 mesi o metterli in un barattolo di vetro con un po’ di olio extravergine d’oliva (e anche altre erbe) e conservarli freschi per diversi anni!

Versare in una ciotola o in una tazza e conservare in un luogo fresco e asciutto

Conservare in un luogo fresco e asciutto. Conservare in un contenitore ermetico. Tenere lontano dal calore e dall’umidità per proteggere la consistenza e il sapore del carciofo.

Non conservare in frigorifero perché con il tempo diventa molliccio e perde la sua croccantezza. Conservare al riparo dalla luce per evitare che diventi verde o giallo bruno a causa dell’ossidazione.

Tenere lontano dall’umidità, che può farli marcire più velocemente di quanto ci si aspetterebbe a causa del loro elevato contenuto di acqua.

Godetevi i carciofi coltivati in casa tutto l’anno!

I carciofi sono facili da coltivare e si possono coltivare anche in contenitori sul patio o sul balcone. Sono una buona fonte di vitamina A e di fibre, quindi sono ottime se volete mangiare più verdure ma non avete molto spazio.

Come essiccare i carciofi: Conclusioni

Dopo aver seguito questa guida, vi sentirete dei professionisti. Avrete i carciofi freschi e coltivati in casa per tutto l’anno! Ricordate questi passaggi chiave per essiccare le vostre verdure.