Come conservare il prezzemolo

Il prezzemolo è un’erba aromatica popolare. I suoi sapori freschi ne fanno un’erba molto utilizzata in cucina, per insaporire o decorare pesce, carne, piatti di verdure e insalate. Ricco di vitamina K e C, il prezzemolo contiene anche acido folico.

Ma come conservare allora il prezzemolo il più a lungo possibile per gustarlo nei prossimi giorni o per l’inverno?

Ecco alcuni consigli e trucchi della nonna per avere sempre il prezzemolo a portata di mano.

Quando raccogliere il prezzemolo?

Nonostante il prezzemolo non sia eccessivamente freddino, resiste relativamente bene al freddo, sarà preferibile proteggere il prezzemolo semplice o riccio sotto un tunnel se la temperatura scende oltre i -5°C.

Poiché è il più bello durante l’estate, il prezzemolo può essere raccolto in questo periodo, in vista della sua conservazione, tanto più che raccogliendolo, stelo per stelo alla periferia del piede, si rinnoverà senza sosta finché visto che il tempo è bello.

Non appena i rametti di prezzemolo vengono raccolti, fai scorrere il tuo bouquet sotto l’acqua per pulirlo dalla polvere e da altra sporcizia che si depositerebbe sulle foglie.

Da quel momento in poi si può consumare il prezzemolo o scegliere un metodo di conservazione che varia a seconda se lo si vuole conservare fresco per qualche giorno o qualche mese.

Come conservare il prezzemolo?

Conserva il prezzemolo fresco per alcuni giorni.

Se avete raccolto o acquistato un bel mazzetto di prezzemolo piatto o riccio, una volta pulito, dovete tagliare le estremità dei gambi e metterlo in un bicchiere d’acqua se dovete consumarlo entro 3 o 4 giorni.

Per mantenerlo fresco ancora un po’, fino a 10-14 giorni, procedete allo stesso modo coprendo il bouquet e il bicchiere con un sacchetto di plastica, riponendo il tutto su un ripiano del vostro frigorifero.

Conservare il prezzemolo nel congelatore

Per conservare il prezzemolo in freezer per diverse settimane, bisogna tritare finemente le foglie pulite e non bagnate, senza usare uno sbattitore elettrico che ne alteri il sapore; distribuisci queste erbe tritate su un vassoio o un tagliere e congelale in questo modo.

Quando sono congelati, puoi versarli in una scatola ermetica che rimarrà nel congelatore. Questo congelamento in due fasi aiuta a evitare che le erbe si raggruppino e aderiscano.

Puoi anche scegliere di fare le porzioni in una vaschetta per i cubetti di ghiaccio.

Conservare il prezzemolo tritato

Hai già lavato e selezionato il tuo prezzemolo e poi tritato o tritato finemente? Puoi conservarlo per diversi giorni facendolo asciugare in frigorifero.

Per fare questo, metti il ​​​​prezzemolo tritato su un piatto che posizionerai nella parte superiore del tuo frigorifero. Dovrete poi mescolare il prezzemolo almeno una volta al giorno con l’aiuto di una piccola pinza o di un cucchiaio pulito per arieggiarlo bene e facilitarne l’asciugatura.

Dopo 2 o 3 giorni il prezzemolo si sarà asciugato mantenendo il suo bel colore verde. Puoi quindi conservarlo in un barattolo di vetro che conserverai in un luogo fresco e asciutto come una dispensa o una cantina.

Conserva il prezzemolo essiccato

Il prezzemolo si presta alla conservazione facendo essiccare le foglie all’ombra. Da quel momento in poi possono essere ridotti in frammenti grossolani da conservare in una scatola ermetica.

Questo metodo permette di conservarlo molto a lungo, ma perde parte della sua fragranza. Puoi scegliere di usarlo direttamente o di reidratarlo preventivamente in poca acqua tiepida.