Come conservare il formaggio

Avete acquistato i vostri formaggi e pensate di gustarli gradualmente. Quindi, la conservazione di questi diventa una preoccupazione di scelta.

Infatti, i formaggi che non vengono conservati correttamente possono diventare immangiabili o semplicemente perdere il loro sapore.

Conservare il formaggio è complicato perché è un prodotto vivo che respira.

Il segreto di una buona conservazione sta soprattutto nella confezione. Le forme intere devono essere conservate nella loro confezione originale. Tutti gli altri trarrebbero vantaggio dall’essere avvolti in carta oleata foderata con un foglio.

Confezione

Il formaggio è un alimento vivo che deve respirare. È quindi normale che i formaggi venduti in pellicola trasparente (in particolare i formaggi a pasta molle ea crosta lavata) emettano odore di ammoniaca, poiché questo tipo di confezionamento impedisce al formaggio di respirare. Idealmente, i formaggi a pasta molle si conservano al meglio nella carta da formaggio a doppio strato microforata in cui il casaro li avvolge.

A differenza della carta oleata, questa pellicola permette al formaggio di respirare senza seccarsi.

Se un formaggio viene acquistato in un involucro di plastica, è sufficiente sostituire questo involucro con carta oleata ricoperta da un foglio di alluminio raddoppiato.

Il formaggio manterrà i suoi sapori e la sua freschezza, senza assumere il sapore dell’ammoniaca. Infine, quando si consuma il formaggio, evitare di asportare tutta la crosta, che funge da strato protettivo.

Conservare il formaggio nel frigorifero

Il formaggio può essere conservato in un luogo fresco (tra 10°C e 15°C) fino a un giorno. Per un periodo più lungo è meglio conservarlo in frigorifero, nel cassetto della verdura o in un contenitore di plastica ermetico per evitare che si diffondano gli odori.

La pasta fresca può essere conservata nel contenitore originale e nella sua salamoia. Insomma, l’importante è conservare il formaggio in un luogo buio e umido. In ogni caso è bene tenere conto della data di scadenza e delle modalità di conservazione indicate sull’etichetta del formaggio.

Conservare il formaggio nel congelatore

Gli impasti duri e semiduri possono essere congelati a condizione che siano avvolti in carta oleata o carta pergamena e inseriti in un sacchetto ermetico per congelatore. Il congelamento può alterare la consistenza dei formaggi, ma ne influenza solo leggermente il sapore e le proprietà.

Per una conservazione ottimale prevedere pezzi con uno spessore di circa 2,5 cm e inferiore a 500 grammi. Prima di servirli fateli scongelare in frigorifero.

Si noti che il formaggio congelato non può essere ricongelato una seconda volta, a meno che non sia stato cotto. In questo modo si evita la proliferazione batterica.