Come coltivare il pompelmo

Se amate i pompelmi, coltivare i vostri può essere un’ottima impresa. I pompelmi sono deliziosi e hanno effetti benefici sulla salute, ma sono anche difficili da coltivare.

Ciò significa che se volete coltivare i pompelmi in casa, dovrete avere un po’ di pazienza e attenzione ai dettagli, ma ne vale la pena! Ecco tutto quello che c’è da sapere sulla coltivazione di questi deliziosi frutti:

I pompelmi non possono essere coltivati a temperature che scendono spesso sotto i 10 gradi

Le piante di pompelmo non tollerano il freddo, quindi i pompelmi non possono essere coltivati in zone con temperature che spesso scendono sotto i 10 gradi. Per garantire che i pompelmi crescano correttamente, scegliete una zona con un clima costantemente caldo.

Articolo correlato:

È molto difficile coltivare i pompelmi dai semi

È molto difficile coltivare i pompelmi dai semi. I semi sono molto piccoli e difficili da far germogliare. Anche le piantine sono delicate e hanno bisogno di cure particolari. Devono essere tenute in casa fino all’età di almeno 2 anni, in modo che abbiano il tempo di svilupparsi bene prima dell’arrivo del freddo nella vostra zona.

È meglio acquistare gli alberi di pompelmo in un vivaio dove possono essere coltivati senza problemi, perché non avrete problemi a trovare buone varietà che non richiedano molto lavoro!

I pompelmi devono essere piantati in un terreno ben drenato

Gli alberi di pompelmo devono essere piantati in terreni ben drenati. Non piantate alberi di pompelmo in aree con scarso drenaggio.

Mantenete il terreno umido, ma senza ristagni d’acqua. Rinfrescate il terreno per mantenerlo fresco e umido. Eliminare regolarmente le erbacce.

I pompelmi richiedono in genere almeno otto ore di luce solare al giorno

I pompelmi richiedono in genere almeno otto ore di luce solare al giorno, meglio se di più, ma possono crescere anche in ombra parziale. I pompelmi hanno bisogno di pieno sole per maturare correttamente.

Se coltivate i pompelmi all’aperto, scegliete una zona soleggiata e protetta dai venti forti (i pompelmi sono soggetti a scottature). Se ricevono troppa acqua o fertilizzanti, possono crescere troppo e diventare spugnosi e dal sapore amaro.

I pompelmi hanno bisogno di molta acqua, ma non tollerano i terreni impregnati d’acqua

I pompelmi sono piante molto assetate. Richiedono almeno un centimetro d’acqua alla settimana e non tollerano i terreni impregnati d’acqua. Le piante sottoposte a irrigazione possono avere una crescita stentata e una scarsa produzione di frutti.

Le piante eccessivamente irrigate sviluppano marciume radicale, che può portare alla morte dell’albero se non viene trattato. Il modo migliore per evitare questi problemi è quello di utilizzare l’irrigazione a goccia o l’innaffiatoio per i vostri alberi di pompelmo (e altri agrumi), in modo da mantenere il terreno uniformemente umido senza inzupparlo.

Per mantenere le piante in salute, coprite il terreno con pacciamatura e rimuovete regolarmente le erbacce

Per mantenere le piante in salute, coprite il terreno con la pacciamatura. La pacciamatura aiuta a trattenere l’umidità e a prevenire la crescita delle erbacce. Per la pacciamatura si possono usare materiali naturali o artificiali; entrambi hanno dei vantaggi.

La pacciamatura naturale comprende fieno o paglia di erbe come la bermuda, il grano, l’avena e l’orzo. Le pacciamature artificiali includono teli di plastica (usati come barriera contro le erbacce) o prodotti biodegradabili come aghi di pino e giornali sminuzzati, che col tempo si decompongono in materia organica.

La coltivazione dei pompelmi richiede tempo e pazienza, ma ne vale la pena per i frutti che si ottengono!

Gli alberi di pompelmo crescono molto lentamente e possono impiegare fino a 10 anni prima di essere pronti per il raccolto. Questo significa che se volete coltivare pompelmi, dovete prepararvi a una lunga attesa prima del primo raccolto!

La lentezza del processo di crescita rende inoltre difficile la coltivazione dei pompelmi nella maggior parte delle aree del Paese.

Come coltivare il pompelmo: Conclusioni

Alla fine voglio ribadire che la coltivazione dei pompelmi non è un compito facile. Ci vuole tempo e dedizione per curare queste piante e assicurarsi che siano sane.

Ma se seguirete attentamente queste istruzioni, i vostri sforzi saranno ricompensati da splendidi frutti che delizieranno le vostre papille gustative! Buona coltivazione!