Azalee potatura

“Non si tratta di un arbusto che richiede una grande potatura”, dice, “anche se vengono spesso potate per ridurre o mantenere le loro dimensioni”.

E come per la maggior parte degli arbusti, una potatura regolare può mantenere l’aspetto ordinato e curato delle piante. Per gli esemplari più grandi, la potatura aiuta a evitare che i rami si estendano troppo e creino un aspetto vuoto al centro della pianta.

“L’unica potatura dell’azalea che è fondamentale è la rimozione di tutti i rami morti, morenti o danneggiati”.

Continua a leggere se ne vuoi sapere di più sulla potatura delle alzalee.

Quale tipo di azalee necessita di potatura

Prima di raccogliere qualsiasi cesoia da potatura, assicurati di sapere che tipo di azalea hai. Esistono due classi di azalee: azalee autoctone e azalee asiatiche. Entrambe sono sottoclassi della famiglia dei rododendri.

Le azalee native, a volte chiamate ” caprifoglio selvatico ” per i loro fiori profumati con lunghi stami, sono decidue, nel senso che perdono le foglie in autunno. Non hanno mai bisogno di potature a meno che non si tratti di rimuovere un ramo spezzato o un’area malata della pianta.

Le azalee asiatiche sono quelle sempreverdi quasi tutte nelle piante del sud. Le azalee sempreverdi provengono originariamente dal Giappone. All’interno di questa classe, ci sono due gruppi popolari: ibridi Kurume e ibridi dell’India meridionale.

Gli ibridi di Kurume, come “Coral Bells”, “Hino Crimson” e “Hershey’s Red”, sono piante dense e compatte con foglie piccole e lucide e crescono all’incirca da 90 cm a 1,20 metri di altezza. Sbocciano presto e i fiori quasi nascondono il fogliame.

Gli ibridi dell’India meridionale crescono almeno il doppio e molto più velocemente dei Kurume e non sono così densi. Fioriscono anche circa 1 o 2 settimane dopo e non sono molto resistenti al freddo.

Perché dovresti potare le azalee

Come con qualsiasi pianta, la potatura di precisione può migliorare il flusso d’aria tra i rami e incoraggiare una nuova crescita, rendendo la pianta più sana. Può anche tenere a bada alcune malattie delle piante, come l’ oidio . Le cesoie selettive possono anche aiutare a modellare una pianta in una forma piacevole e naturale che si adatta bene all’ambiente circostante.

Se ti capita di avere una pianta che sta invadendo lo spazio in cui è piantata, potresti dover adottare un approccio più drastico alla potatura per tenere sotto controllo l’azalea. Puoi tagliare le piante troppo cresciute fino a circa 1 piede di altezza senza causare danni a lungo termine all’azalea.

Quando potare le azalee

Il tempismo è fondamentale se vuoi che le tue azalee fioriscano l’anno prossimo. Poiché le azalee fioriscono su legno vecchio, producono boccioli di fiori sulla crescita dell’anno scorso. Assicurati un tripudio di fiori per goderti la prossima estate e metti le cesoie dopo la primavera.

Il momento migliore per potare è entro un periodo di tre settimane dopo che hanno finito di fiorire in primavera e hanno iniziato a scolorire e avvizzire. Questo dà alle azalee un sacco di tempo per fare boccioli di fiori (che appaiono come boccioli pallidi e sfocati arricciati sulle punte dei rami) per il prossimo anno.

Se aspetti fino alla fine dell’estate o cadi per potare, rischi di tagliare i boccioli dei fiori e tutto ciò che otterrai l’anno prossimo è un cespuglio pieno di foglie verdi.

Come potare le azalee

Le azalee sono amate per la loro naturale forma ariosa e hanno un aspetto orribile (e si comportano anche peggio) quando vengono tagliate in figure squadrate.

Non utilizzare mai tagliasiepi elettrici durante la potatura delle azalee; appiattire le tue azalee tagliando solo le estremità dei rami si tradurrà in una fitta crescita di ramoscelli con fogliame rado.

Invece, usa principalmente potatori manuali per modellare il cespuglio in una forma morbida simile a una nuvola.

Strumenti necessari

  • Piccole cesoie o forbici manuali per tagliare steli larghi come una matita.
  • I troncarami a manico lungo sono lo strumento preferito quando si tagliano rami. Le maniglie forniscono la leva necessaria per eseguire tagli netti sui rami legnosi e consentono di raggiungere il centro degli arbusti.

Note: Mantieni affilati gli utensili da taglio, in modo che le loro lame eseguano tagli netti quando tagliano il legno. Molte tosatrici di qualità hanno lame di ricambio. È possibile acquistare anche piccole lime progettate solo per affilare le lame. Strumenti poco affilati rendono la potatura più difficile e schiacciano e strappano i gambi.

Istruzioni

Nella maggior parte dei paesaggi, le azalee hanno un aspetto migliore se potate minimamente, consentendo loro di mantenere la loro forma naturalmente aggraziata.

Alcuni ibridi di azalea, come Kurume, crescono più lentamente degli ibridi dell’India meridionale e di solito necessitano di potatura solo una volta ogni 4-5 anni. Gli indiani del sud crescono velocemente e potrebbero aver bisogno di essere potati ogni anno.

Indipendentemente dall’ibrido, se è passato un po’ di tempo da quando i tuoi arbusti sono stati modellati, probabilmente sono cresciuti lunghi gambi legnosi con grappoli di fogliame sulle punte, un aspetto che viene spesso chiamato “leggy”. Ecco come pulirli:

Potatura di mantenimento

  • Passaggio 1: rimuovi i lunghi germogli randagi raggiungendo la pianta con le cesoie e facendo dei tagli accanto ai rami legnosi più grandi. I tagli saranno nascosti dal fogliame circostante, ma questo diradamento consente alla luce solare e al movimento dell’aria al centro dell’arbusto di favorire una nuova crescita sana.
  • Passaggio 2: tagliare i rami più grandi e più spessi con i troncarami nello stesso modo, tagliando a lunghezze leggermente diverse per creare una forma tondeggiante simile a una nuvola.

Potatura per controllare le dimensioni

  • Passaggio 1: Se hai un’azalea troppo grande che vuoi salvare, vai avanti e abbattila con i troncarami. Basta non prenderlo fino in fondo; fermati a circa 30 cm da terra.
  • Passaggio 2: dopo la potatura, nutrire l’azalea con un fertilizzante idrosolubile a lenta cessione (12-6-6). Innaffia frequentemente le piante che hai tagliato per incoraggiare un flusso di polloni – germogli di nuova crescita – dai ceppi.
  • Passaggio 3: la primavera successiva, gli arbusti dovrebbero essere ricoperti da molta nuova crescita. Ridurre il numero di germogli per ceppo a due o tre, lasciando solo quelli più forti e meglio piazzati.